25 aprile GIORNO DELLA LIBERAZIONE

 

PAROLE RESISTENTI

Dalla Resistenza alla Liberazione

 

Incontro di letture e drammatizzazioni

 

 

Programma

 

 

Note di regia

 

Che senso ha parlare di Resistenza nel 2024?

Siamo partiti da questa domanda per tentare di fare ordine nei tanti pensieri ed emozioni che sono l’impulso da cui nasce questo spettacolo.

Abbiamo così focalizzato che uno dei codici primari di decifrazione del presente del nostro Paese è la continuità ideale proprio tra la Resistenza e la Costituzione della Repubblica italiana.

Se non ci fosse stata la lotta partigiana e patriottica contro l’invasione nazista e contro il fascismo, difficilmente si sarebbe affermato in Italia un sistema di princìpi di base della convivenza sociale così nitido e profondo.

Infatti, esso non nasce dalla semplice meditazione filosofica dei padri costituenti, ma dall’esperienza diretta, concreta e drammatica che essi vissero lottando contro l’oppressione, il sopruso e la barbarie della dittatura.

Ecco così dipanarsi nitidamente un filo di parole che connette le poesie e le canzoni partigiane con gli articoli della Costituzione.

Ed ecco che hanno così un significato profondo anche quelle riflessioni ed elaborazioni artistiche scaturite dopo il 25 aprile 1945 e che, ben lontane da essere operazioni nostalgiche o tentativi di mitizzazione del passato, rappresentano un vero e proprio sistema difensivo della democrazia nel nostro Paese, perché servono a rinnovare e diffondere la sensibilizzazione delle coscienze sui valori della civiltà.

Dunque, le “Parole resistenti” che presentiamo in questo spettacolo sono versi poetici ed enunciazioni costituzionali al cui servizio il teatro si mette senza aggiungere molti orpelli, perché la loro capacità evocativa, stimolante e talvolta provocatoria è già intrinseca e formidabile.

 

Dati tecnici

 

• Compagnia Gruppo Teatro Fragile

• Titolo spettacolo Parole Resistenti – Dalla Resistenza alla Costituzione

• Tipo spettacolo Lettura drammatizzata per adulti e ragazzi (dalla scuola media)

• Con Sabina Ballerini, Carlo D’Addato, Nicoletta Freti, Luisa Limonta, Mariangela Marinelli Carla Pasini

• Assistente alla regia Pierangela Cattaneo

• Drammaturgia e regia Carlo D’Addato

• Durata Un'ora circa

• Esigenze tecniche minime Salone con spazio scenico 4x6 mt - attacco elettrico 220V 3KW

• Tempo di montaggio Due ore

• Tempo di smontaggio Un’ora

• Siae Non tutelato

 

 

Gruppo Teatro Fragile - Via XXIV Maggio n. 18 - 24048 Treviolo (BG) -  P.IVA 03034980163

Tel. 035.3884086 – Cell. 339.53.93.461 - E-mail direzione@teatrofragile.it  - PEC teatrofragile@pec.it